Uncategorized

Scambio di ruolo

Scambio di ruolo
Siamo una coppia matura , 59 anni io e 48 Paola la mia compagna. Entrambi siamo bsx. Io nella mia bisessualità riesco a esprimere la mia parte femminile per cui sento più mio il ruolo di passivo mentre Paola dal canto quando fa sesso con altre donne libera il lato maschile di se.
La nostra intesa sessuale è ottima , ci raccontiamo i nostri desideri , le fantasie e le perversioni che poi cerchiamo di mettere in pratica. Per esempio ci piace giocare a scambiarci i ruoli.
Quando scopiamo e lei mi viene sopra si comporta come se fosse lei il maschio ed immagina che il cazzo che ha in figa sia il suo che sta scopando la mia figa. Le piace cavalcarmi e dirmi che sono la sua puttana , la sua schiava sessuale , che devo farmi sbattere ogni volta che lo desidera ed io le rispondo che si lei è la mia padrona ed io la sua puttana e può fare di me ciò che vuole.
Godiamo parecchio da questa situazione tanto è vero che Paola quando raggiunge l’orgasmo libera una quantità di umori tale che sembra che sborri al pari di un maschio e me li riversa addosso per poi leccarli e venire a baciarmi per farmeli assaporare.
Lei è innamorata del mio culo. Afferma che nonostante l’età è ancora sodo e benfatto. Le piace palparmelo,mordicchiarlo e sculacciarlo. Ama anche leccarmi l’ano ed infilarci la lingua e il dito dopo averlo abbondantemente lubrificato con la sua saliva e nel frattempo se non è lei a farlo mi masturbo e quando sto per venire lei prende il mio cazzo in bocca per ingoiare tutto il mio sperma.
Questo scambio di ruoli mi ha dato un’idea ed una mattina che ero in giro per le vie della città senza di lei sono entrato in un sexy shop ed ho trovato ciò che avevo in mente , uno strap-on che sarebbe stato la sorpresa per la serata. L’oggetto oltre al classico cazzo in lattice aveva anche una protuberanza a mo di secondo cazzo per la sua vagina.
La sera mentre lei è in bagno a prepararsi mi metto a letto e nascondo l’oggetto sotto le lenzuola. Lei dopo poco arriva erotica nelle sue forme generose e si stende accanto a me. Mentre siamo assorbiti dai preliminari la sua mano trova l’oggetto al ché si ferma , lo prende e stupita. “e quest’affare cosa dovrebbe significare , com’è comparso qui” “amore è uno strap-on , un cazzo da indossare che ho acquistato in un sexy shop in città. Visto che ti piace tanto immaginare di scoparmi , con questo lo potrai fare realmente e mentre lo farai potrai infilarti in figa quest’altro dildo sul retro così potrai godere sia di testa che di passera. Che te ne pare della mia idea?” . Lei risponde entusiasta “o amore è un’ottima idea , non vedo l’ora di scoparti il culo”.
Prima di aiutarla ad indossarlo le lecco la figa e le stuzzico il clitoride con le dita. La sua figa è già abbondantemente bagnata ma stimolata dalle leccate e dal massaggio raggiunge presto l’orgasmo ed ora gronda umori in quantità. Le dico che prima di farmelo mettere nel culo voglio che se lo metta in figa e si scopi per un po con esso , la voglio sentire godere dell’oggetto che farà poi godere me e voglio che si impregni del suo miele. Lei gode nell’avere quel coso dentro e gode ancor di più pensando che dopo essere stato dentro di lei andrà a penetrarmi il culo. Questo insieme di cose unito alla vista di me che mi sto masturbando mentre la osservo le fa avere il secondo orgasmo della serata.
Dopo essersi sfilata l’oggetto e ripresasi dall’emozione mi ordina di sdraiarmi a pancia in giù , di divaricare le gambe e di sollevare il culo.
Si mette in ginocchio dietro di me , mi da qualche sculacciata poi si china , mi afferra le natiche e le apre a mettere in evidenza la mia rosellina. Avvicina le sue labbra e la bacia , poi sento la sua lingua calda che me la lappa come una cagna e la massaggia roteando il pollice. Si mette un paio di dita nella passera a raccogliere il miele che poi mi spalma sull’ano , ripete l’operazione due o tre volte quindi ci infila il pollice , lo muove avanti e indietro , lo piega andando a cercare la ghiandola prostatica facendomi scappare un gemito di piacere quindi ci infila la lingua ed è come se limonasse (quanto mi piace sentire la sua lingua calda e umida spingere per infilarsi e ondeggiare come una biscia?.
Si alza , indossa lo strap-on , riesce da sola a fissarlo aderente al suo corpo. Si guarda allo specchio e con espressione fiera “guardami puttana , guarda il tuo uomo pronto a darti il suo cazzo”. In effetti la mia porcellona completamente nuda con le sue forme giunoniche , le enormi mammelle , il culone da fattrice con quel cazzo ritto e duro , se pur finto fa un gran bell’effetto. Mi sento molto puttana , nella mia mente quel cazzo è di carne ed è il suo. Ho una gran voglia di prenderlo e lei “prima me lo devi succhiare e devi farlo bene se vuoi che ti scopi”. Me lo avvicina alla faccia e lo prendo in bocca , sa di lei , dei suoi umori. Mi blocca la testa con una mano e mi scopa la bocca come fossi una baldracca al suo servizio. Periodicamente me lo infila in gola e si ferma , capisco che la eccita sentire che non respiro , soffoco e che mi vengono i singulti che quasi vomito , allora lo tira indietro e riprende a farselo spompinare.
Soddisfatta della mia bocca mi fa mettere a pecora di traverso sul letto. Lei si posiziona in piedi dietro di me , possiamo vedere tutta la scena riflessa dallo specchio dell’armadio. Lo sento quando punta il mio sfintere. Spinge decisa e quello che per noi è il suo cazzo , reale e di carne scivola dentro agevolato dall’ottimo lavoro di preparazione fatto da Paola. Coll’inizio del pompare cominciamo ad avere le prime sensazioni di piacere , io gemo , lei ansima e sbuffa. Posso vedere benissimo le sue mammelle sballonzolare in ogni direzione al ritmo ai suoi colpi , uno spettacolo. Ora mi fa girare , si porta le mie gambe alle spalle e mi penetra di nuovo e di nuovo prende a sbattermi con forza. Mi da della baldracca affamata di cazzi , della vacca , della cagna in calore ed io la assecondo , le dico che mi sta coprendo come fa lo stallone con la sua giumenta poi che è un toro da monta ed io la vacca da ingravidare. Lei stimolata dalle parole , dalla situazione creatasi e dal dildo che ha in figa viene e mi dice “vengo puttana , ti sborro in culo , te lo riempio del mio sperma”. In realtà è vero che “sborra” ma i suoi umori le inzuppano il ventre e si riversano sulle cosce. Io non ho mai smesso di segarmi.
E’ esausta , si toglie l’aggeggio di dosso e si accascia sul letto supina. Mi inginocchio di fianco a lei , guardo il suo viso che ha un’espressione stravolta dallo sforzo ma che soprattutto esprime godimento , è decisamente erotica. La figa fradicia , il ventre e le cosce bagnate dei suoi umori. Ha un sapore pornografico tutto l’insieme e sborro , sborro tanto e con schizzi che escono energici che indirizzo sulla figa la pancia e poi sui grossi seni. Mi accascio anch’io esausto su di lei a mischiare i fluidi , il mio e il suo sulla nostra pelle. La bacio e le sussurro “amore scopi alla grande” e lei sorridendomi dolcemente “e tu sei la mia adorabile puttana”

Bunlar da hoşunuza gidebilir...

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir